Cosa fare per prendersi cura della propria salute mentale?

Prendersi cura della propria salute mentale è importante quanto prendersi cura della propria salute fisica. Alcune abitudini quotidiane possono contribuire al mantenimento o al miglioramento del proprio benessere psichico.

Si tratta di adottare un atteggiamento positivo e dedicarsi ad attività che favoriscono la salute mentale. Rafforzare le risorse psichiche personali (= punti di forza e ciò che ci fa stare bene) ci prepara ad affrontare meglio i periodi critici che si possono presentare durante la vita.

Gli elementi seguenti non sono una “ricetta magica” per stare bene. Sono semplicemente alcuni accorgimenti che possono contribuire al benessere psichico.

Riconoscere i propri punti di forza e rispettare i propri limiti

Nella società moderna, la prestazione e l’eccellenza hanno un valore elevato. Eppure l’essere umano non è perfetto e può essere fragile. È normale non essere sempre efficienti, contenti o brillanti.

È importante dedicare del tempo a conoscere meglio se stessi (per esempio attraverso alcune letture, il dialogo con i familiari o con un professionista). Questo permette di identificare le proprie capacità e accettare i propri limiti.

Elaborare gli eventi della vita sul piano emotivo è un processo normale, necessario e non per forza sintomo di una malattia. Questo processo può anche richiedere del tempo. Per questo è importante essere indulgenti con se stessi. Quando se ne avverte la necessità si può chiedere un sostegno al proprio entourage oppure a degli specialisti (si veda anche «Parlarne»).

Prendersi cura di sé e del proprio corpo

Prendersi cura di sé è una cosa molto personale. I mezzi a disposizione sono molteplici e ciascuno deve fare capo a quelli che gli si addicono maggiormente. L’attività fisica è uno strumento utile per combattere le tensioni, sia che si tratti di praticare uno sport o fare una passeggiata per prendere una boccata d’aria. L’importante è fare del movimento, uscire di casa e cambiare aria.

Le fasi di attività possono essere seguite da fasi di riposo. I momenti di riposo permettono di “staccare la spina” e quindi di riflettere con calma e apprezzare gli eventi della giornata. Sebbene il sonno sia importante, anche un’uscita, da soli o in compagnia, può favorire il rilassamento. Anche una vita sessuale appagante o una spiritualità ben vissuta possono essere benefiche per la salute mentale.

Coltivare la creatività e le competenze individuali

L’immaginazione e le competenze presenti in ciascuno spesso non aspettano altro che essere espresse o sviluppate. Non è mai troppo tardi per cimentarsi in una nuova attività e scoprire un nuovo passatempo o riprendere una formazione.

Le attività creative permettono di esprimere delle emozioni positive o negative senza l’uso della parola. Questo permette di sciogliere le tensioni o le preoccupazioni.

Imparare qualcosa di nuovo e sviluppare le proprie competenze stimola la mente, rafforza l’autostima e spezza la routine quotidiana. Questo può rivelarsi utile, per esempio, anche sul piano professionale.

I Cantoni, i comuni e le città offrono spesso un ricco programma di attività culturali, artistiche, sportive o offerte di formazione per gli adulti. Alcune sono gratuite. Diverse organizzazioni possono offrire un sostegno alle persone con un reddito modesto. Non esitate ad informarvi nella vostra regione.

Allacciare e coltivare rapporti sociali

L’essere umano è un essere sociale che si realizza anche tramite le relazioni con gli altri. Ci sono persone che hanno maggiormente bisogno di rapporti sociali rispetto ad altre. È importante e utile coltivare i rapporti con il proprio entourage, che si tratti della famiglia, degli amici, dei vicini o di altri membri della società.

In alcuni casi ci si può appoggiare agli amici per condividere gioie e dolori. È importante trovare il coraggio di fare un passo verso gli altri e aprirsi per allacciare dei rapporti, anche se non è sempre facile.

Parlare e ascoltare consente di mettere ordine nelle proprie idee, contribuisce ad attenuare le tensioni e procura un certo sollievo. A volte parlare delle proprie preoccupazioni con qualcun altro fornisce un nuovo punto di vista e aiuta a trovare delle soluzioni.

Esistono anche i cosiddetti gruppi di auto-aiuto, che propongono diverse forme di sostegno. In occasione degli incontri tra pari (= persone che vivono la stessa situazione) si può parlare della propria situazione e dei propri sentimenti. In genere questo scambio procura la sensazione di essere capiti senza essere giudicati.

Si può anche parlare dei propri problemi con diversi professionisti il cui mestiere è ascoltare e dare sostegno nella ricerca di soluzioni adeguate. Chiedere aiuto non è un segno di debolezza, anzi (si veda anche «parlarne»).



Top